Economia e Sviluppo

Argiso - Il cantiere del futuro

Stampa

Dal settembre 2004 il Liceo Majorana, in collaborazione con il Comune di Orvieto e con la rete di scuole europee NEOS, ha inserito diverse attività in un unico progetto di riferimento denominato “Il cantiere del futuro” finalizzato alla sperimentazione di un ambizioso e insieme realistico programma di “educazione al futuro comune e sostenibile”, che integra nell’offerta formativa scolastica conoscenze specifiche nei campi delle scienze umane, scientifiche e tecnologiche, necessarie alla comprensione delle più attuali problematiche emergenti a livello globale circa il futuro del nostro pianeta, assumendo come punto di osservazione e di azione  l’idea della sostenibilità dello sviluppo.

vai al Sito

Rivoluzioneeconomica.com

Stampa

La rivoluzione economica è un progetto ambizioso che si fonda su azioni concrete. È una rivoluzione, perché si interviene in modo forte e deciso sia nell’economia che nelle regole che governano la nostra società. A che punto siamo oggi? Il pianeta è devastato, i mercati sono governati da pochi, i canali di informazione ufficiali sono faziosi e distorti, i principi morali ed etici sono in decadenza. Prevale l’insicurezza e, con lo scoppio dell’attuale crisi, siamo sempre più poveri. Eppure esistono tecnologie, risorse, forza lavoro, competenze. Ma non sono sfruttate. Le domande alle quali si dà risposta con questo lavoro sono: «Come intervenire?», «Come cambiare lo stato di fatto?». Lo sforzo non è stato infatti limitato all’identificazione delle problematiche, ma anche all’individuazione delle soluzioni. In molti casi si tratta di stravolgimenti e di rivoluzioni, ma se si vuole realmente cambiare la società serve un punto di discontinuità marcato.

leggi tutto

Fermare il declino - 10 interventi per la crescita

Stampa

1)Ridurre l'ammontare del debito pubblico. E' possibile scendere rapidamente sotto la soglia simbolica del 100% del PIL anche attraverso alienazioni del patrimonio pubblico, composto sia da immobili non vincolati sia da imprese o quote di esse.

2)Ridurre la spesa pubblica di almeno 6 punti percentuali del PIL nell'arco di 5 anni. La spending review deve costituire il primo passo di un ripensamento complessivo della spesa, a partire dai costi della casta politico-burocratica e dai sussidi alle imprese (inclusi gli organi di informazione). Ripensare in modo organico le grandi voci di spesa, quali sanità e istruzione, introducendo meccanismi competitivi all’interno di quei settori. Riformare il sistema pensionistico per garantire vera equità inter—e intra—generazionale.

leggi tutto

Fai conoscere Korallion

Scarica il banner di Korallion e pubblicalo sul tuo sito, blog, pagina; presentalo ai tuoi amici e visitatori; LA TUA VISIBILITA' CRESCE INSIEME ALLA SUA.

Chi è in linea?

Abbiamo 3806 visitatori e nessun utente online